SISTEMATICAmente Ordinato

c5aaafd1beb935fb4f4f704e338133fa.jpg
 
 
Stasera ho capito che sono “malato”, si sono malato!!! C’è chi la chiama deformazione professionale, ma io non la penso così, a me piace proprio ed è per questo che dico che sono malato! Nella vita anche se avessi fatto il tornitore, non avrei potuto star lontano dai cavi e dai PC!! Io la mattina non vado a lavoro io vado a divertirmi e di questo ringrazio Dio che mi ha dato la fortuna principalmente di lavorare e successivamente di farlo facendo una cosa che mi piace. Eh si ho avuto proprio “culo” per questo, c’è chi deve accontentarsi pur di continuare a campare in questa Nazione, io invece lo faccio con il sorriso sulla faccia. 
 
Ecco questo è quello che ho pensato entrando in camera mia dopo cena e vedendo il bordello della fotografia. Una persona normale avrebbe pensato a sistemarsi la valigia visto che domani deve andare a Trento e poi si sarebbe ficcata a letto dato che domani si sveglia presto. Io no, io ho pensato che la nuova società mi ha dato il portatile nuovo, e che fai non lo provi???? 🙂
 
Certo il portatile nuovo è stato un po una delusione, motivo? Ho l’utenza semplice!!! A me???!?!?! L’utenza semplice… noooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!! Io muoio se non posso installare programmi o peggio modificare le impostazioni! Cazzo manco il calendario posso vedere che mi dice “non sei abilitato a modificare l’orologio di sistema”!!! Stiamo scherzando???!?!?!!? E’ come se ad uno lo abitui a giocare con l’Xbox e poi ad un tratto gli dai l’atari 500
 
In effetti ero stato avvisato dal sistemista che me l’ha dato. Ah proposito qui devo aprire una parentesi. Nella nuova società io avrò un compito diverso da quello attuale. Cioè io prima ero un sistemista di rete e poi un sistemista tutto fare, nel senso che principalmente mi occupavo di reti però all’occorrenza ero quello che assemblava i pc, installacva il  sistema operativo, creava le utenze, consegnava i PC e si metteva sotto le scrivanie a collegare i cavi, che era amministratore di tutti i PC e dei domini, quello che non aveva limiti sui pc, lo stronzo che ti bloccava i siti o le chat etc etc. Nella nuova società diciamo che mi hanno “imborghesito” nel senso che il pc lo uso per lavorare e non più per far lavorare gli altri. Ma io non la penso così, ogni ruolo è importante , puoi essere anche un manager e non capirci un cazzo mentre poi ci sta l’assemblatore hardware che t’arravoglia (questo termine napoletano rende al 300% il significato). Quindi quando sono andato a chiedere il portatile mi sono ritrovato il mio alter ego, già si vedeva, tutti in giacca e camicia, lui jeans e maglietta a maniche corte (chi lavora addà sta comodo 😉 ). Quindi gli dico, “ciao sono nuovo volevo sapere se è pronta l’utenza per l’accesso alla rete e all’email” – lui “ciao, anche io sono nuovo, aspetta che controllo, no guarda il portatile è pronto ma l’utenza la dobbiamo creare. Al massimo per domani è pronta” – (domani??? per fare un utenza ci vuole 1 minuto 🙂 vabbè è collega va bene lo stesso) “ok allora a domani”. – mi chiede in che ufficio può trovarmi e ci salutiamo. Dopo mezzora lo vedo arrivare – “ciao, abbiamo fatto ti monto il portatile” – vedo che sposta la sedia per mettersi sotto la scrivania per passare i cavi, non vi so spiegare la sensazione che ho provato – fino a ieri lo facevo io quel lavoro!!! Mi sembava così strano farlo fare a lui mi sono sentito a disagio. Lo fermo e dico inizia ad accendere il portatile e contestualmente mi metto sotto la scrivania a collegare l’alimentazione e il cavo di rete. Lui mi guarda per dire “ma stai fuori???”. Mi fa cambiare la password, mi configura outlook e poi mi spiega come funziona l’intranet….. io sempre più a disagio!!! Cioè erano esattamente le stesse cose che facevo io quando portavo il pc a qualcuno! Gli chiedo se l’utenza era una “power user” (windows la chiama così l’utenza base, quella per gli utenti che non sanno dove cliccano e fanno danni e che quindi vengono limitati in ogni cosa) lui mi conferma – alchè gli dico “scusa ma non mi puoi dare un utenza amministratore locale del portatile?” – lui mi risponde che dovevo firmare lo scarico di responsabilità – potevo farlo anche subito (mi sentivo con una porsche con il limitatore a 50kmh) e prima che possa rispondermi guardo l’orologio le 17.55 …..uhm molto probabilmente alle 18 stacca…. gli dico “stai andando via?” e lui “si sto staccando” – “ok scusa allora lo facciamo la prossima volta, ciao e grazie” – lui “scusa ma di cosa ti occupi?” – “sono un sistemista di reti e ho visto un pochino anche le cose che fai tu” – lui “si vedeva subito che eri una persona simpatica, buona serata collega!” 🙂
 
Minkia quanto è durata sta parentesi….. vabbè ho perso pure il filo del discorso, stacco che devo chiudere la valigia e mi preparo psicologiacamente a rilassarmi in quel di Trento senza cavi e senza PC….natura allo stato puro…. ehbè so malato si ma non fino al punto di non godermi un po divcanzA!!!!!  BYEZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ 
SISTEMATICAmente Ordinatoultima modifica: 2008-05-30T23:51:21+02:00da snipho
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “SISTEMATICAmente Ordinato

  1. Concordo nel riconoscere questa tua “malattia”:)
    ah finalmente il nuovo portatile!dai cmq sicuramente sarà meglio di quello che avevi prima. quella foto rispecchia perfettamente te
    e le tue passioni…non è la prima volta che mi capita di vedere immagini del genere.
    ma allora sei passato di livello!!!beh questo è il bello del lavoro, si cresce. ah poi voglio precisare che la vacanza a Trento non è stata completamente satura di tecnologia, il tempo passato sul mio pc e su internet mentre io studiavo te lo sei dimenticato?!
    baci
    misa

  2. Eh si calò…che frev quando non puoi fare un cazzo…sul tuo computer devi avere anche i permessi per l’autodistruzione…e che cazzo!…altrimenti si passa al hackeraggio 🙂

I commenti sono chiusi.